PAN TESTAT

Agriturismo la Burlanda
La ricetta del Pan Testat è nata, qui alla Burlanda, in occasione del concorso “Appennino Gastronomico – Menu’ A Km0” nel territorio dei comuni del Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano e Area Mab Unesco, Edizione 2016.
Al temine del concorso il Pan Testat si è guadagnato il secondo posto.
Condividiamo, oggi, con voi questo nostro traguardo per donarvi la possibilità di rivivere anche a casa i sapori semplici e genuini legati alla tradizione.
L’idea di questo piatto nasce, proprio, dal ricordo del profumo e del clima gioioso che invadeva le case dei contadini quando, come un rito annuale, festeggiavano la preparazione del maiale come un giorno di festa.
Noi siamo molto legati alle tradizioni, ci mettiamo tutta la nostra passione e professionalità per ricreare quei sapori genuini.
Il Pan Testat è nato proprio per esaltare il gusto della nostra carne di maiale, ben lontano da quello della produzione industrializzata.
 
INGREDIENTI PER 4 PANINI
  • TESTA DEL MAIALE del nostro allevamento  (guancia , lingua e la sua cotenna)
  • 3 coste di sedano
  • 1 cipolla di treschietto
  • 2 carote
  • Alloro
  • Un bicchiere di vino bianco
  • SALSA DI CAVOLO
    • 2 teste di cavolo toscano di circa
    • 2 teste d’aglio
    • Noci
    • Capperi
    • Una scorza di limone massese
    • Un uovo sodo
    • Olio extra vergine di oliva qb
    • Aceto qb
    • Sale qb
    • Pepe
  • 4 panini cotti nel nostro forno a legna
PROCEDIMENTO
 
Prendete la testa del maiale, mettetela in una pentola con acqua bollente e aggiungete la carota, la cipolla, il sedano e l’alloro. Fate bollire per 3 ore a fuoco lento, a tegame coperto.
Nel frattempo preparate la salsa di cavolo nero.
Prendete le due teste di cavolo toscano di circa e sbollentatele leggermente.
Dopo di che tagliatele a pezzi togliendo la costa più grossa e mettete il tutto nel mixer, aggiungendo l’uovo sodo, l’aglio, le noci  e i capperi. Aggiungete all'ultimo l’olio, il sale ed il limone grattugiato.
Quando dopo 3 ore la testa sarà pronta toglietela dal fuoco ma, tenendola sempre nell’acqua, spolpatela e tagliatela a cubetti grossolani poi aggiungente il vino, salate leggermente e pepate e fate andare per altri 30minuti.
Una volta cotta, prendetela con un mestolo forato e mettetela sopra una fetta di pane (eventualmente anche abbrustolita), “sporcatela” con la salsa e un pizzico di pepe.
Coprite con l’altra fetta e mangiatee sporcandovi le mani!
Buon appetito!